Riflessioni dagli studenti volontari della seconda settimana 

“Il nostro percorso é iniziato con tanto entusiasmo, curiosità e anche un po’ di ansia. Con il trascorrere dei giorni le nostre emozioni si sono trasformate in felicità…”
“Cinque giorni e non sentirli, abbiamo cominciato che eravamo forse un po’ spaventati, ma poi abbiamo conosciuto tanti bambini e ci siamo divertiti.”

“Di cose in questa settimana ne sono successe molte e ho anche imparato a fare tante cose …” 

“Spero di aver strappato loro un sorriso e di averli fatti divertire un po’”

“La settimana é finita ma so che rimarrà sempre nel mio cuore”

“Mi sono trovata bene con il mio gruppo e mi dispiace che l’esperienza sia finita, ma sono sicura che l’anno prossimo tornerò!!”

Annunci

Settimana #2

È trascorsa un’altra settimana in compagnia dei bimbi e dei ragazzi ospiti nel reparto di Oncormatologia Pediatrica e day hospital pediatrico.
Sulle tracce di Pinocchio ci siamo avventurati in episodi a volte buffi, a volte tragici,  spunti che hanno permesso ai bambini di aprirsi e raccontarsi, di creare e inventare.

La storia dei due vecchi falegnami e dei loro litigi, il grillo parlante con i suoi scomodi consigli…

Il terribile Mangiafuoco, che in fondo in fondo è buono e gentile, soprattutto adesso che ha un teatro tutto nuovo, di carta crespa colorata.

Riflessioni…

…dai ragazzi e dai docenti dopo la prima settimana di volontariato estivo:

“In questa settimana le emozioni che mi hanno pervaso sono state : gioia, amore, tenerezza , ansia,  gratitudine…”

“…penso di dover dire grazie ai piccoli bambini che ho incontrato perché insieme a loro ho passato delle ore diverse”

“È  bello arricchire la propria giornata spendendo del tempo per chi è in difficoltà.” 

“La mia è stata solo una piccola goccia ma spero serva a riempire il mare della solidarietà e dell’altruismo.”

“È stato bello aver portato un po’ di gioia nel cuore di quei bambini.”

“È stata un’esperienza che ci ha arricchite molto, spero di ripeterla…”

“…una sola settimana è pochissimo!”

“questa settimana è passata in fretta …. ci vogliono più  giorni”

“…un bellissimo percorso che mi porterò sempre nel cuore ❤”

27 settembre 2016

image

Carissime, carissimi,

di fronte all’esposizione dei lavori nell’atrio dell’Ospedale di Pescara del 23 settembre appena trascorso, non posso non pensare ai sentimenti di cura e disponibilità che, ogni anno, vengono investiti.
Dai disegni dei bambini traspare la bellezza di un’infanzia che chiede di fidarsi e di affidarsi ad un atto di magistero capace di ascolto e tenerezza.
Insegnare sempre  – è la nostra professione! – ma con il cuore che conosce le ragioni della vita e sa trovare le vie per farsi dono e testimonianza.
Quando sottolineo che la nostra è un’associazione di “Volontariato Magistrale”, voglio ribadire proprio questo: che l’insegnare è il nostro orgoglio e il nostro piacere; in definitiva, è il nostro desiderio che può animare il desiderio di chi apprende insieme a noi. E siamo soprattutto orgogliosi quando riceviamo l’adesione dei ragazzi delle scuole superiori per lavorare in nostra compagnia: apprendono dai nostri comportamenti, ma ancor di più, noi apprendiamo dai loro.
In ciò si compongono in un unico disegno più generazioni che, a volte, fanno fatica a trovarsi.
Ho osservato sempre con commozione –  e voi con me –  le teste piegate sul medesimo lavoro, di docenti, studenti, bambini, genitori, nonni: un miracolo!
Se da qualche parte si adopera in modo profondo l’espressione “laboratorio”, ebbene quest’ultimo deve intendersi, al di là degli specialismi, come una sorta di democrazia degli affetti e delle energie tutte delle persone che lo animano.
Grazie, allora, a quanti in diverso modo hanno reso preziosi i mesi di luglio e agosto.
E credo di interpretare il pensiero comune nell’esprimere il grazie più sentito a chi concretamente ha reso possibile la visibilità del tema “Pensare e giocare la pace”. Un tragitto complesso che nutre una costellazione straordinaria di valori, arte, poesia, letteratura, sentimenti: un’opportunità speciale di cammino per la scuola di ogni giorno.

Buon lavoro!

Un abbraccio
Marisa Colletti Bottarel

Pescara, 27/9/2016
image